Eventi & Concerti Passati

corsi chitarra.indd

 

note in citta 2014

valle14

 

MURIS VARAJIC

Muris Varajić (Sarajevo- BiH) è un chitarrista, cantante, solista, produttore, arrangiatore e molto di più. Nato nel 1979 a Foca (Bosnia-Erzegovina), si è poi trasferito  a Sarajevo con la sua famiglia dove ha  iniziato a suonare la chitarra durante la guerra. I sui autori ed esempi  preferiti dal mondo del heavy metal sono stati Metallica, Iron Maiden, Pantera, nel  rock classico Dire Straits, Pink Floyd, oltre ai grandi virtuosi della chitarra come Steve Vai, Joe Satriani, Yngwie Malmsteen, ecc., esempi che hanno favorito la sua naturale predisposizione a sperimentarsi in molte direzioni e generi musicali diversi. Attualmente tiene concerti in tutto il mondo sia  da solista che con famosi gruppi strumentali.  Ha debuttato nel 2006 con l’album” Let It Out”,  lavoro che lo ha fatto conoscere a livello internazionale e nel quale l’artista  manifesta tuta la capacità di passare spontaneamente  attraverso differenti  stili  quali rock, jazz, blues, folk, ecc. Vincitore di molti fra i più prestigiosi concorsi internazionali, Muris Varajic alterna l’attività concertistica con quella didattica tenendo masterclass internazionali per solisti e gruppi musicali.

Dalle bombe di Sarajevo nasce una stella della chitarra di nome  Muris.

Nella primavera dello scorso anno, dopo una lunga giornata passata in giuria del concorso di chitarra della splendida cittadina di Omis in Dalmazia,  decisi di trascorrere qualche momento tranquillo in un elegante bar della città per  bere qualcosa e distrarmi  un po’. In un angolo di questo locale c’era un ragazzo che in quel momento stava iniziando a suonare la sua chitarra elettrica. Incuriosito, mi fermai ad ascoltarlo. Devo riconoscere che la chitarra elettrica sino a quel momento, probabilmente a causa della mia totale devozione per la chitarra classica, non aveva mai destato in me un particolare interesse.  Fu una felicissima scoperta! Improvvisamente, dalle mani di quel ragazzo uscirono melodie, improvvisazioni, vibrati, virtuosismi, suoni fantastici; tutto questo unito ad una sfacciata facilità di passare da uno stile all’altro, dal rok al pop dal jazz al popolare, senza alcun problema. Fui colpito, fu tutto così bello che rimasi l’intera serata  fino a tardi ad ammirare quel talento con una  musicalità così spontanea.  Grazie Muris! – Uscendo da quel bar quella sera ho capito che mi avevi fatto scoprire qualcosa di nuovo, un mondo musicale diverso dal mio, ma ugualmente bello ed affascinante!

Claudio Liviero

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *